Recommendation System

- Telefonia​

definire una strategia basata sui sistemi di raccomandazione​

Una nota azienda multinazionale di telefonia aveva la necessità di estendere le funzionalità della propria App per la formazione interna dei lavoratori e lo sviluppo di competenze professionali, manageriali e di leadership, attraverso corsi di apprendimento mirati.

Il superamento di questi corsi gratuiti, permetteva l’abilitazione alla vendita di particolari prodotti o servizi, ma tutto ciò riscontrava problemi rendendo l’applicazione poco efficace.

Problema

Progetto senza titolo (22)

Gli avvisi erano poco efficaci poiché privi di un filtraggio che riconoscesse le necessità degli utenti. Gli argomenti proposti non rispecchiavano gli interessi dei destinatari, riscontrando quindi che alcuni dipendenti non terminavano la videolezione, abbandonando la piattaforma.

SOLUZIONE

Per risolvere queste problematiche, Chiron ha sviluppato un sistema di recommendation. Lo scopo era quello di aumentare la permanenza degli utenti nella piattaforma, riducendo al minimo il Churn Rate, ovvero il tasso di abbandono. Evitare l’abbandono, anticipando le esigenze dei propri utenti si riflette in campagne di marketing più efficaci e, infine, in decisioni aziendali mirate al proprio target.

STEP 1

Creazione del Data Lake, ovvero un archivio di dati in grado di acquisire basi di dati statistici, chiamate «proiezioni» sull’andamento dell’App; in questo modo riesce a verificare la quantità di corsi iniziati e completati.

STEP 2

Marketing Automation, con lo scopo di inviare newsletter personalizzate in base agli interessi degli utenti registrati, analizzati attraverso:
– Completamento dei corsi;
– Superamento degli esami;
– Compilazione dei questionari.

STEP 3

Comprensione dei comportamenti d’acquisto degli utenti attraverso la Customer Behaviour: lo scopo è individuare i prodotti e i marchi che meglio rispondono alle necessità e preferenze del target di riferimento, selezionando i clienti più attivi e disponibili all’acquisto.

STEP 4

Recommendation System, attraverso un attento filtraggio dei dati, è possibile creare raccomandazioni personalizzate al fine di suggerire specifici prodotti all’utente, accompagnandolo nella scelta ed evitando la visualizzazione di contenuti non rilevanti.

RISULTATI

Gli istruttori hanno potuto sfruttare la logica del recommendation system, permettendo dei corretti suggerimenti dei corsi ad ogni singolo utente. Dal grafico si può evincere l’aumento del tasso di conversione di un utente invitato ad utente registrato, da un 23% ad un 47% (+105%).
In aggiunta, la percentuale del completamento dei corsi, che si attestava al 42%, è aumentata fino al 79% (+90%).

grafico vodafone
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

post correlati

Data science vs Data Analytics vs Machine Learning

Un enorme mole di dati entrano quotidianamente nelle nostre vite. Dai link che clicchiamo alle caselle che selezioniamo, i dati sono ovunque. Le organizzazioni utilizzano i dati per perfezionare i propri prodotti, migliorare i propri servizi e offrire esperienze agli utenti altamente personalizzate. È, però, necessario dargli un senso a tutti i dati che vengono immagazzinati.

Leggi Tutto »

Data-Driven Marketing: vantaggi per definire una strategia di marketing di successo!

Dal 2021 in poi i marketer hanno ripensato alle loro strategie per riprendersi dopo le conseguenze che ha portato il Covid-19. Per quanto possa essere noioso parlare della pandemia, una ricerca condotta dalla stimata società di consulenza McKinsey ha rilevato che tra marzo e agosto 2020, “un consumatore su cinque ha cambiato marca e sette su dieci hanno provato nuovi canali di acquisto digitale”.

Leggi Tutto »

Trend E-commerce 2022/2023

L’industria dell’e-commerce è in continua evoluzione e anche quest’anno non ha fatto eccezione.

Oggi più che mai, gli imprenditori stanno sviluppando e migliorando i loro negozi online per andare incontro alle esigenze dei loro clienti. La rapida crescita dell’e-commerce può essere attribuita a molteplici ragioni: sicuramente il Covid-19 è una delle principali. In tempi di incertezza, la paura del futuro ha portato ad un cambiamento radicale del comportamento dei consumatori, spostando l’affluenza dall’offline, all’online.

Leggi Tutto »